Cesenatico, bimbi contro il Comune: ‘rivogliamo la giostra’

La giostra gioiello di una centrale piazzetta di Cesenatico deve traslocare – per decisione del Comune – ma i bimbi, le famiglie e anche i commercianti di zona non ci stanno e avviano una raccolta di firme contro questo spostamento forzato. Protagonista la “giostra di Teo”, così viene chiamata da tutti in città la giostrina del titolare Teo Natali.

Una delibera della Giunta comunale esclude la piazza Pisacane, centrale, dall’elenco di aree pubbliche in cui poter ospitare le attrazioni mobili. E così la giostra gioiello – punto di riferimento di tanti piccoli e famiglie della zona – deve traslocare.
L’amministrazione comunale nella sua intenzione vorrebbe dare maggiore respiro alla piccola piazza con al centro la statua di Giuseppe Garibaldi a ridosso del frequentato porto canale. Ma i commercianti di zona si sono raccolti in comitato e hanno avviato una raccolta firme.
“Penso che questa attrazione sia sempre stato un valore aggiunto, non solo per noi ma soprattutto per i bambini che non sanno dove andare, che non hanno più un altro divertimento”, spiega Simona Pifferi, titolare del bar adiacente alla giostra.
“La Giunta ha ritenuto opportuno preservare il centro storico dall’attività di spettacolo viaggiante”, ha spiegato il sindaco Matteo Gozzoli al Resto del Carlino di Cesena: “Sono state individuate delle altre aree idonee”.

(ANSA)