Massimo Ferrero arrestato con l’accusa di bancarotta

Il Presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero, è stato arrestato all’alba a Milano dagli agenti della Guardia di Finanza per l’inchiesta della procura di Paola per il reato di bancarotta. A quanto si apprende, sono finiti agli arresti domiciliari anche la figlia di Ferrero, Vanessa, e un nipote.

La società calcistica è totalmente estranea alle vicende e Ferrero, nel pomeriggio, si è dimesso dalla carica di Presidente.

“Lo hanno prelevato in albergo come fosse l’ultimo dei delinquenti, hanno perquisito anche casa della figlia e del nipote, hanno arrestato anche l’autista. Io sto cercando da stamattina alle 7.30 di parlare con la guardia di finanza perchè la cassaforte che deve essere perquisita – nella sua casa di piazza di Spagna a Roma – la può aprire solo il presidente Ferrero”, dice ad adnkronos l’avvocato di Ferrero, Giuseppina Tenga.

Bancarotta fraudolenta aggravata, false comunicazioni sociali e diversi reati societari riguardanti il crac di 4 società in Calabria è quanto viene contestato contestato agli indagati.

(Posted on Dicembre 06, 2021, La Tribuna di Roma)