Non è Rimini se non è Acquamarina

A Rimini, più precisamente nella frazione di Bellariva, si estende quello che è uno dei più grandi ed attrezzati stabilimenti balneari della Riviera romagnola. Il lido Acquamarina, nato dall’aggregazione dei bagni 96, 97 e 98, si estende su circa 200 metri di fronte e già dai primi anni novanta offre una serie di servizi difficilmente replicabili su altri bagni.

La storia ci dice che, nell’ormai lontano 1960, L’Azienda di soggiorno assegnò ai salvataggi più anziani (e fra questi i capostipiti Matteo e Antonio) un tratto di arenile in concessione per svolgere attività turistiche.

La spiaggia che oggi è un modello di organizzazione e pulizia per tutti, allora era tutt’altro; dune, sterpaglie, niente lungomare, niente alberghi. Bellariva era soprannominata “la Corea”.

Il primo a nascere è il Bagno Antonio, allora con il numero 61, comincia con 4 tende e 20 sdrai che lavorano per un periodo di circa 30 giorni all’anno.

Nel 1964 nasce anche il Bagno Matteo n.60 ed i due bagni vengono subito fusi in un unico stabilimento.

Tra il 1964 ed il 1965 viene costruito il lungomare che aumenta la visibilità dello stabilimento e di tutta la spiaggia di Bellariva progetto completato, nel giro di due anni, con la nascita di centinaia e centinaia di alberghi e pensioni.

L’8 giugno 1964 alle 19:20 un piccolo tsunami rade al suolo lo stabilimento balneare con onde che superano due metri d’altezza, ma nel giro di 48 ore la spiaggia ritorna com’era grazie anche all’aiuto dei villeggianti.

In questi anni prolificano le nuove attività ricettive e commerciali ed esplode l’ormai celeberrimo turismo balneare riminese che, negli anni successivi, porterà Rimini ad essere la capitale italiana del turismo balneare.

Nel 1992 lo stabilimento ospita il programma televisivo “IL GIOCO DELLE COPPIE” in onda su RETE 4 condotto da CORRADO TEDESCHI, un evento che coinvolge tutti i presenti in spiaggia e con le riprese che durano oltre 70 giorni.

Con un balzo in avanti nel tempo arriviamo al 1994 quando il Bagno 96, fondendosi con lo stabilimento già esistente, da vita allo “STABILIMENTO BALNEARE ACQUAMARINA Bagni 96-97-98”, all’epoca il più grande stabilimento della riviera diventando così, oltre ad un innovativo impianto a misura di turista, anche un luogo di ritrovo, di allegria e di sport per le famiglie Riminesi e non.

“La grande passione per questo lavoro ci porta ogni giorno a cercare innovazione e creazione di servizi sempre piu su misura per tutti coloro che intendono frequentare le nostre spiagge”, ci dice Davide Rastelli, gestore del Bagno 96.

Acquamarina conta oltre 700 ombrelloni, animazione per grandi e bambini, 9 campi da beach volley e beach tennis, 1 campo da beach soccer, tavoli da ping pong, calciobalilla, 3 aree gioco per bambini attrezzate anche con gonfiabili, campi da bocce e tanta, tanta ospitalità e, senza ombra di dubbio, tutto questo ci fa dire che non è vacanza a Rimini se non è Acquamarina.