Rimini ricorda Sergio Zavoli nel centenario della nascita

A tre anni dalla scomparsa e in occasione del centesimo anniversario della nascita di Sergio Zavoli, la città di Rimini dedica due giornate ad uno dei suoi figli prediletti, l’indimenticato scrittore e giornalista di cui si ricordano il grande impegno e l’affetto per la città della sua formazione e crescita.

Mercoledì 20 settembre, dalle 21, sul palco del Teatro Galli andrà in scena Il ragazzo e la città, uno spettacolo-concerto inedito tra parole e musica, una serata dedicata a Rimini e alle sue tante identità ripercorse tra le parole di Zavoli e le musiche di grandi e contemporanei musicisti che l’hanno “suonata”.

Guidati dalla voce narrante di Massimo Roccaforte, che insieme a Piero Meldini ha scritto e selezionato i testi che compongono lo spettacolo; con le letture degli attori Gianluca Reggiani e Mara Di Maio tratte da Romanza, Il Ragazzo che io fui, L’infinito istante e La strategia dell’ombra e con le musiche curate da Massimo Marches, Enrico Farnedi, Enrico Giannini e Rossella Cappadone, l’evento omaggerà Zavoli ricostruendo il lungo e intenso rapporto, tra vita vissuta e memoria, che l’hanno legato alla città di Rimini.
Giovedì 21, alle 21, al Cinema Fulgor presentazione del libro ‘Provinciali del mondo. Zavoli, Fellini e l’immaginario riminese’ di Gianfranco Miro Gori, e a seguire la proiezione de Il sole tramonta alle spalle, film di Mauro Bartoli realizzato con il sostegno della Regione Emilia-Romagna Film Commission: un’intervista a Zavoli, che per la prima volta interviene in maniera ampia e dettagliata sul suo personale rapporto con Federico Fellini e di entrambi con Rimini.

(ANSA)