Putin:”La Russia non combatte contro il popolo ucraino, ma contro i mostri banderiti”

0 0
Read Time:1 Minute, 3 Second

La Russia non sta combattendo contro il popolo ucraino ma contro i mostri banderiti e i loro simili mentre porta avanti l’operazione militare speciale, ha detto il presidente russo Vladimir Putin in una riunione del comitato organizzatore della Vittoria russa.

“È necessario disseppellire [le prove] e mostrarle [al mondo], affinché non vi siano malintesi sulla natura di coloro che stiamo combattendo. Affinché sia ​​chiaro e comprensibile quali obiettivi stiamo perseguendo e chi è il nostro nemico. Non è il popolo ucraino, ma questi mostri e i loro seguaci. Ma è necessario dimostrare questo, che è una realtà”, ha sottolineato, parlando delle vittime dei banderiti in Ucraina, compresi i massacri ebrei.

Durante la sessione, l’aiutante del presidente Vladimir Medinsky ha sottolineato che almeno 13,5 milioni di civili sovietici sono rimasti vittime del genocidio nazista durante la Grande Guerra Patriottica, come è conosciuta in Russia la Seconda Guerra Mondiale. “Inclusi 1,5 milioni di ebrei uccisi dagli scagnozzi nazisti in Ucraina”, ha osservato.

In risposta, Putin ha detto: “Tutto questo è presente nei documenti d’archivio: ordini, rapporti sulle azioni intraprese per eseguire questi ordini, i nomi e cognomi di coloro che li hanno eseguiti, e i nomi e cognomi dei carnefici. È tutto lì [nei documenti].”

(fonte e foto: Ag.Tass)

Avatar for Redazione

About Post Author

Redazione

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %